Essere,diventare: VIVERE

Lorenza. 18 e un mese. Italian.Certe volte, per trovare se stessi, bisogna prima perdersi, poi essere salvati e infine abbracciati per ritrovarci.
gli abbracci ti salvano dalla monotonia di tutti i giorni, e ti aiutano a trovare la casa che magari non hai.
sono dell'idea che tutti dovrebbero trovare la propria persona, anzi le proprie persone. E credo che le proprie persone le trovi e abbracciandole, se con un abbraccio ti salvano dal mondo, allora stai certo che hai trovato chi amare per tutta la vita.
Se alcuni sono infinito, noi siamo universo.
È per te ogni cosa che c'è.
Notes

"Come faccio a farmi accettare dagli altri?"

"Mh?"

"Eh prof. Sono un casino totale, non faccio bene niente…"

"Hai presente cosa dicevano no? Si vis amari, ama."

"Ma quella è una cazzata, non vuol dire niente."

"…Grazie al cazzo non vuol dire niente, se non sai che vuol dire"

"Se vuoi essere amato, devi amare. E che vuol dire?"

"Bene. Alessà, pausa caffè, che se ti faccio tradurre in questo stato diventa accanimento terapeutico."

"Ok…"

"E visto che ci siamo, lezione di etimologia 101, giusto perchè sennò non ti schiodi te dal puttanaio che hai in testa. Da dove viene la parola Amore?"

"Lo so!"

"Via il cronometro allora."

"Da A-Mors, senza morte, perchè è eterno!"

"Certo, se i latini avessero lavorato per i baci perugina, ti avrei dato pure ragione. Poetico, ma non vuol dire niente. Però per quanto sballato è vicino."

"Eh? Non viene da lì?"

"Na. Viene dal sanscrito. Kama. Stessa radice di Kama-sutra, presente?"

"Non è quel libro del sesso…?"

"Sssì. Quello magari te lo spiego n’altra volta che sennò t’incasini. Allora, Kama è il desiderio. Viscerale, assoluto, totalizzante, che ti trascina e ti fa risplendere dentro di passione. Non ha alcun valore temporale, non ha alcuna valenza introspettiva. E’ puro desiderio, che scollega il cervello e fa ragionare solamente con il cuore. Ci sei?"

"Mh mh."

"Bene. Da quanto facciamo lezione assieme?"

"Due anni?"

"Ecco. Ed in due anni che ti ho detto dei latini? Che se vogliono dire qualcosa…"

"…scelgono sempre le parole adatte."

"Esatto. Era gente semplice i latini, quindi non avevano voglia di mettersi ad interpretare troppo ciò che scrivevano. Se usano un tempo verbale, è perchè ha quello scopo in quel momento. Stesso per le parole. Se volevano dirti che Amare è una faccenda in cui ci metti la testa, usavano Diligere, che vuol dire scegliere l’oggetto della propria passione, letteralmente. Invece usano Amare, che vuol dire appassionarsi senza nessuna base razionale dietro. Ci sei?"

"Sì, e allora?"

"E allora, prendi quella frase. Si. Vis. Amari. Ama. Sai realmente che vuol dire?"

"Cosa?"

"Intanto è una cosa potenziale: Si. "Se." Nessuno ti obbliga, la prima parte è un’ipotesi che ti buttano lì. Se, ma non è che detto alla fine. Ma se proprio ti svegli un giorno e decidi, allora. Poi hai Vis. Vuoi. Volere per i latini è sempre un verbo a doppio taglio. Per loro ogni volta che uno vuole qualcosa, deve dare una contropartita in cambio, pagarne il prezzo. Erano affaristi in fondo, anche nella loro vita. Sapevano che i piatti della bilancia sono sempre due, e che se metti il peso su uno, devi mettere il peso sull’altra. Quindi già con queste due parole, ti stanno avvisando che c’è un prezzo da pagare. Se Vuoi… Allora paga. Ma se vuoi cosa? Non ti dicono "Se vuoi amare". Non è che ti stanno dando un consiglio immediato su come fare qualcosa. Il consiglio che ti danno, l’ipotesi, è tutta al passivo."

"…"

"Quindi ti stanno spiegando non come fare a muoverti per avere una cosa, ti stanno spiegando come fare se vuoi che qualcosa ti torni indietro. "Se vuoi essere amato." Un’azione tutta al passivo, Amari è un passivo, vuol dire che tu la subisci - positivo o negativo non importa, sempre subire è - quest’azione. E per questo ti mettono il se ed il vuoi all’inizio. Vuoi davvero essere amato? Vuoi prenderti questo peso sulle spalle? Alessandro, vuoi davvero rischiare così tanto?"

"…sì"

"Bene. Allora SE vuoi essere amato…"

"Ama."

"Eh."

"Ma che vuol dire?"

"Ora te lo spiego. Che tempo è Ama?"

"Pres…no, è imperativo."

"Esatto. E’ un fottuto ordine. Ti hanno dato il consiglio iniziale, e ti hanno messo implicita la domanda: vuoi davvero? Tu hai risposto sì. Ed allora Ama. Non è un qualcosa che puoi fare. All’inizio ti hanno buttato il presente, Vis, non Vellem, non Velim. Non è un "nel caso tu volessi…" è proprio "Se te, ora, in questo preciso momento, da adesso in poi, VUOI essere Amato, allora Ama." Nessuna via di mezzo, nessuno spazio temporale, nè spazio di manovra. Non è un contentino nè una soluzione di comodo. E’ un maledetto ordine, e te lo devi eseguire. Chiaro?"

"Sì."

"Ha un complemento questo imperativo?"

"No?"

"No, non ce l’ha. E non è neanche sottointeso. Non è un "ama gli altri". Se ne fottevano degli altri i latini in questo genere di situazioni, non si facevano pippe mentali come ce le facevamo noi Alessandro. Ti dicono Ama. E la prima cosa che questo imperativo implica, è l’universalità. E l’universale per i latini, piccoli adorabili bastardi egocentrici, parte da noi. Quindi se proprio ti piglia che un giorno ti svegli e dici che vuoi essere amato, devi iniziare ad amare te stesso. Tutto qui. Nessun giro di parole. Sta tutto in quella frase, che non è una cazzata. Può essere impossibile, ma è anche vera. Sai perchè è vera?"

"Perchè?"

"Perchè quando tu parli di qualcosa che ami, in cui hai messo tutta la tua passione, tutto il tuo desiderio, tu - come chiunque - ti illumini. Se parli della tua squadra di calcio, se parli di un cantante, se parli di una ragazza… Brilli. Perchè? Perchè ami ciò di cui parli. E quindi lo stesso oggetto del tuo amore agli occhi degli altri sarà più facile da amare, perchè l’hai reso te degno di tale attenzione. Quindi se vuoi che gli altri ti amino, devi iniziare a considerare te stesso da amare. In modo tale che parlando di te agli altri, o mostrandoti agli altri, tu possa risultare da amare. E’ tutto qui il senso di "Si vis amari, Ama." Domande?"

"No, Prof."

"Bene. Ora fai resuscitare quel povero Cicerone, sennò domani l’unica cosa che riuscirai ad amare in classe sarà la speranza di non essere interrogato"

(che noi sfigati si lavora anche il giorno della Befana)

Malkavian Madness Network:   (via petalidime)

io sta frase me la tatuo

(via cercoteneletto)

È qualcosa di stupendo.

(via hawkswarpaint)

Dio

(via abituataalfattochetuttovamale)

sti cazzi

(via vansnroses)
Notes
Notes
Ammiro quelle persone che riescono ad uscire struccate di casa, sono cosi.. Coraggiose, fanno vedere davvero loro come sono. Io non ho tutto questo coraggio, preferisco nascondermi dietro un fondotinta e tanta matita nera.
Notes

Clap along if you feel like happiness is the truth

Because I’m happy

Clap along if you know what happiness is to you

Because I’m happy

Clap along if you feel like that’s what you wanna do

Because I’m happy.

Pharrell Williams

DAI, RISPONDO A TUTTO:)

• 1: Altezza?

• 2: Vergine?

• 3: Numero di scarpe?

• 4: Orientamento sessuale?

• 5: Fumi?

• 6: Bevi?

• 7: Ti droghi?

• 8: L’età che ti danno tutti?

• 9: Miglior primo appuntamento?

• 10: Tatuaggi?

• 11: Vuoi dei tatuaggi?

• 12: Piercing?

• 13: Vuoi dei piercing?

• 14: Migliore amico/a?

• 15: Situazione sentimentale?

• 16: La persona che ti attrae di più?

• 17: La persona che ti pare più brutta?

• 18: Film preferito?

• 19: Album preferito?

• 20: Prima cosa che noti in una persona?

• 21: Che cosa ti manca in questo momento?

• 22: Felpa/maglione preferito

• 23: Significato del tuo URL

• 24: Qualcuno che ti manca

• 25: Cantante preferito

• 27: Band preferita

• 28: Come stai?

• 29: L’esperienza più traumatica

• 30: 5 cose che ami

• 31: 4 cose che odi

• 32: Il rapporto con i tuoi fratelli/sorelle

• 33: Il rapporto con i genitori

• 34: Ti senti solo/a?

• 35: Un fatto sulla tua personalità

• 36: Quanto ci metti la mattina per prepararti?

• 37: La cosa più brutta che ti è stata detta

• 38: La cosa più bella che ti è stata detta

• 39: Tu e il tuo ex vi odiate?

• 40: Hai mai ricecevuto la “buona notte” e il “buon giorno”?

• 41: Hai mai baciato l’ultima persona che ti ha scritto?

• 42: L’ultima volta che hai tenuto per mano qualcuno?

• 43: Quanto ci metti ad essere pronto al mattino?

• 44: Numero dei blog seguiti?

• 45: Numero dei lettori?

• 46: Blog preferito?

• 47: Preferisci la musica a tutto volume o a un volume ragionevole?

• 48: L’acconciatura che ti fai più spesso?

• 49: C’è qualcosa per cui non vedi l’ora?

• 50: Scorri la playlist e scegli la canzone che ti ispira di più in questo momento

• 51: Come ti definiresti in 3 parole?

• 52: L’ultima volta che hai avuto un abbraccio spontaneo?

• 53: Cosa cambieresti di te?

• 54: Sai piegare la lingua in tre?

• 55: L’ultimo libro che hai letto e l’ultimo film che hai visto

• 56: Hai una otp?

• 57: Una domanda che vorresti ti facessero

• 58: Cosa facevi ieri alle undici di sera?

• 59: Sei mai stato/a ad un concerto?

• 60: Serie tv preferite?

• 61: L’ultima bugia che hai detto?

• 62: Chiamata o messaggio?

• 63: Una canzone che vorresti che ti dedicassero?

• 64: Ti piace l’odore della carta nuova?

• 65: Racconta la cazzata più grande che hai fatto

• 66: Hai mai fatto sesso?

• 67: E comprato preservativi?

• 68: Baciato un maschio?

• 69: Baciato una femmina?

• 70: Colore preferito?

• 71: Quali sono I gesti per conquistarti?

• 72: Hai la patente?

• 73: Da quando non ti mangi le unghie?

• 74: Animale preferito

• 75: Sei mai stato/a in prigione?

• 76: Come sarebbe secondo te?

• 77: La canzone che ti rende felice ogni volta che la ascolti?

• 78: Hai mai fumato erba?

• 79: Avuto il cuore spezzato?

• 80: Il luogo in cui vorresti essere adesso

• 81: Apri un libro che vuoi e scrivi la seconda parola che trovi al decimo rigo (partendo dall’alto)

• 82: Hai mai bevuto caffé?

• 83: E thé?

• 84: Quale è il tuo soprannome?

• 85: Cosa vuoi per il compleanno?

• 86: Cosa stai indossando in questo momento?

• 87: La tua citazione preferita

• 88: Hai il raffreddore in questo momento?

• 89: Il mal di gola?

• 90: E la febbre?

• 91: Ti sei mai tinto/a I capelli?

• 92: Ti piace scrivere?

• 93: Suoni qualche strumento?

• 94: Computer o pizza?

• 95: Sei mai uscito/a di casa senza il cellulare?

• 96: E senza il portafogli?

• 97: Hai mai rigettato spontaneamente?

• 98: Parla di una tua prima volta

• 99: Hai mai avuto una sbronza?

• 100: Ti piace qualcuno?

(via eri-tutto-per-me)

Rispondo☺️☺️

(via shli222)
Notes
Sarà una lunga notte.
Io ho paura dei vuoti, quei vuoti che ti lasciano le persone quando se ne vanno.
Marianna Ciotola. (via tustringimilamano)
Notes
Notes
S